Prevenzione e  Terapia dello Scompenso Cardiaco
Aggiornamenti in Aritmologia
Xagena Mappa
Xagena Newsletter

Un nuovo farmaco per il trattamento dell’insufficienza cardiaca : Valsartan


L’insufficienza cardiaca , o scompenso cardiaco , è causata da molti fattori tra cui : infarto miocardico , alterazioni delle valvole cardiache e della parete muscolare , ipertensione. Generalmente 3 pazienti su 4 con insufficienza cardiaca hanno una storia di ipertensione. Oltre ad avere un’alta incidenza di mortalità , l’insufficienza cardiaca peggiora la qualità della vita , rendendo difficoltoso ad esempio il camminare , il salire le scale.
Inoltre a causa dell’alterata funzione di pompa del cuore , il sangue ristagna nei polmoni, causando difficoltà nel respiro. L’FDA ha ora approvato un nuovo farmaco , un sartano , il Valsartan ( Diovan ), che agisce antagonizzando il recettore dell’angiotensina II.
Il Valsartan deve essere assunto inizialmente a partire dal dosaggio di 40 mg , 2 volte die. La dose può essere successivamente individualizzata fino ad un massimo di 160 mg , 2 volte die. Nei pazienti con scompenso cardiaco il Valsartan può anche essere assunto con la Digitale , un beta – bloccante o un diuretico ( avendo l’avvertenza di ridurre il dosaggio del diuretico ). Nei pazienti con insufficienza cardiaca la tripla terapia , comprendente sartano + Ace inibitore + beta bloccante , non è raccomandata. Nello studio Val-HeFT, infatti, l’associazione del Valsartan con un Ace inibitore ed un beta-bloccante ha comportato una prognosi non favorevole. I sartani e gli Ace inibitori non dovrebbero essere assunti nelle donne in gravidanza a causa di possibili danni al feto , tra cui anche la morte. Una certa attenzione deve essere riservata nella fase iniziale del trattamento dello scompenso cardiaco , perché potrebbe presentarsi ipotensione.
I più comuni effetti indesiderati prodotti dal Valsartan sono : capogiri , ipotensione e diarrea. ( Xagena2002 )



Indietro