52 convegno cardiologia milano
Aggiornamenti in aritmologia
Prevenzione e  Terapia dello Scompenso Cardiaco
Associazione Silvia Procopio

Rapporto dell’FDA sulla rabdomiolisi associata all’impiego dei farmaci che abbassano i livelli di colesterolo


L’FDA , Food and Drug Administration, ha compiuto una revisione dei casi di rabdomiolisi dopo impiego delle statine, farmaci ipocolesterolemizzanti.
Nel corso del periodo novembre 1997 – marzo 2000 sono stati segnalati 601 casi di rabdomiolisi.
La Simvastatina è risultata essere il farmaco con il maggior numero di casi segnalati ( 215; 35,8%) , Cerivastatina 192 ( 31,9%), Atorvastatina 73 ( 12,2%), Pravastatina 71 ( 11,8%), Lovastatina 40 ( 6,7%) , Fluvastatina ( 10 ( 1,7%).
In molti casi la rabdomiolisi si è presentata in soggetti che associavano alle statine farmaci che interferivano con il citocromo P450 come : fibrati, Ciclosporina, antibiotici macrolidi, Warfarin, Digossina, antifungini azolici.
La rabdomiolisi è una grave condizione di danno muscolare con liberazione di sostanze in grado di danneggiare il rene ed altri organi, ed esito talvolta fatale.
Il rapporto dell’FDA indica che la Simvastatina e la Cerivastatina sono le statine con più alto numero di casi segnalati di rabdomiolisi. Tuttavia questi dati non tengono conto del numero di prescrizioni di tali farmaci.
La Cerivastatina è stata ritirata dal commercio nell’agosto 2001.

Omar MA & Wilson JP , Ann Pharmacother 2002; 36: 288-295

Link a : Farmacovigilanza.net


( Xagena2002 )


Indietro