52 convegno cardiologia milano
Aggiornamenti in aritmologia
Prevenzione e  Terapia dello Scompenso Cardiaco
Associazione Silvia Procopio

Donne anziane: nessun legame tra integratori di Calcio e calcificazione dell'aorta addominale


Le donne anziane assegnate in modo casuale a un supplemento giornaliero di 1.2 g di Calcio per 5 anni non hanno mostrato una maggiore probabilità di sviluppare calcificazione dell'aorta addominale rispetto alle donne anziane assegnate al placebo.

Molte persone anziane non riescono a raggiungere l'assunzione raccomandata di Calcio con la sola dieta, pertanto assumono integratori di Calcio con o senza vitamina D.
Sono state sollevate preoccupazioni sul fatto che questi integratori possano aumentare il rischio di futuri infarti del miocardio, probabilmente aumentando la calcificazione delel arterie, un fattore di rischio riconosciuto per l'infarto miocardico.

Ricercatori dell'University of Western Australia hanno analizzato i dati di 904 donne di almeno 70 anni partecipanti allo studio Calcium Intake Fracture Outcome, della durata di 5 anni, in doppio cieco, controllato con placebo, con 1.2 g di Carbonato di calcio.
Le partecipanti sono state sottoposte a valutazione per la calcificazione dell'aorta addominale nel 1998-1999 ( basale ) e di nuovo nel 2003-2004 usando immagini della colonna vertebrale catturate durante i test della densità minerale ossea ( età media al basale, 75 anni ).
La calcificazione dell'aorta addominale è stata valutata usando una scala di 24 punti, con punteggi che vanno da bassi ( punteggio 0-1 ) a moderati ( punteggi 2-5 ) e gravi ( punteggi maggiori di 5 ).

Al basale, per la coorte esaminata, il punteggio di calcificazione dell'aorta addominale mediana era di 2.

Non è stata osservata una differenza tra i gruppi riguardo ai punteggi di calcificazione dell'aorta addominale nell'analisi intent-to-treat o nell'analisi per protocollo ( n = 626 ) tra il gruppo Calcio e il gruppo placebo.

I risultati sono persistiti dopo aggiustamento per età, Calcio nella dieta e altri fattori di rischio cardiovascolare.

Nelle analisi riservate alle donne con progressione del punteggio di calcificazione dell'aorta addominale pari o superiore a 2 ( n = 301; 33.3% ), non è stata riscontrata alcuna differenza tra i gruppi nell'analisi dell'intenzione di trattamento ( Calcio, 34.3% vs. placebo, 32.3% ) o le analisi per protocollo ( Calcio, 37% vs. placebo, 30.5% ).

I risultati erano simili nelle analisi limitate alle donne con grave calcificazione dell'aorta addominale al basale.

Nel valutare le donne senza calcificazione dell'aorta addominale al basale ( n = 180 ) che hanno sviluppato una calcificazione dell'aorta addominale ( progressione 1; n = 51 ), i ricercatori non hanno osservato alcuna differenza tra i gruppi ( Calcio, 21.7% vs. placebo, 34% ).

E' stato notato che le donne assegnate al gruppo Calcio senza calcificazione dell'aorta addominale al basale, che assumevano almeno l'80% dei supplementi di Calcio, avevano meno probabilità di sviluppare calcificazione dell'aorta addominale rispetto alle donne assegnate al placebo ( Calcio, 23% vs placebo, 42,4%; P = 0.032 ).

Dallo studio non sono emerse evidenze che l'integrazione di Calcio a lungo termine aumenti lo sviluppo o la progressione della calcificazione dell'aorta addominale. ( Xagena2019 )

Fonte: ASBMR ( American Society of Bone and Mineral Research ) Meeting, 2019

Cardio2019 Gyne2019 Farma2019


Indietro