Prevenzione e  Terapia dello Scompenso Cardiaco
52 convegno cardiologia milano
Aggiornamenti in aritmologia
Associazione Silvia Procopio

Attività sessuale nei pazienti con patologie valvolari cardiache: raccomandazioni


L'attività sessuale è ragionevolmente praticabile da parte dei pazienti con lieve o moderata malattia valvolare cardiaca e sintomi lievi o assenti ( Classe IIa, Livello di evidenza C ).

L'attività sessuale è inoltre ragionevolmente praticabile dai pazienti con protesi valvolari normalmente funzionanti, valvole riparate con successo e che hanno subito interventi alle valvole transcatetere di successo ( Classe IIa, livello di evidenza C ).

L'attività sessuale non è consigliata per i pazienti con malattia valvolare grave o fortemente sintomatica fino alla stabilizzazione e gestione ottimale ( classe III, livello di evidenza C ).

Sebbene siano disponibili raccomandazioni sulla attività fisica nei pazienti con malattia delle valvole cardiache, non esistono studi pubblicati che affrontano specificamente le problematiche della attività sessuale in questi pazienti.

Poiché i pazienti con malattia valvolare lieve o moderata possono tranquillamente svolgere attività fisiche che comportano uno sforzo lieve o moderato, è anche ragionevole per questi pazienti impegnarsi nella attività sessuale, presumendo che tale attività non peggiori sintomi cardiovascolari significativi.

Nei pazienti con malattia valvolare grave con sintomi significativi ( o anche sintomi lievi con grave stenosi aortica valvolare ), è prudente non praticare attività sessuale fino alla risoluzione con trattamento medico o chirurgico.

Non vi è alcuna ragione per escludere l'attività sessuale nei pazienti con protesi valvolari normalmente funzionanti.

Nei pazienti i cui sintomi o la gravità della malattia valvolare sono indeterminati e in quelli con grave malattia valvolare asintomatica, il test da sforzo può fornire una valutazione della risposta sintomatica ed emodinamica per l'attività fisica, così come il possibile peggioramento delle aritmie cardiache.
Può essere inoltre particolarmente utile per valutare l'individuo con stenosi aortica asintomatica moderata o grave e nei pazienti con grave disfunzione valvolare di altro tipo asintomatici.

L'ecocardiografia dopo esercizio fisico può fornire ulteriori informazioni sulla risposta fisiologica all'esercizio, tra cui la funzione ventricolare, l'aumento inducibile nei gradienti della valvola e l'ipertensione polmonare inducibile.

Gli effetti fisiologici della gravidanza sono particolarmente preoccupanti nelle pazienti con stenosi mitralica o aortica moderata-grave e nelle quali le lesioni valvolari hanno causato sintomi, aritmie, ipertensione polmonare, dilatazione aortica ascendente, o significativa disfunzione ventricolare sinistra o dilatazione.

Inoltre, le donne con una protesi meccanica della valvola in terapia con Warfarin ( Coumadin ) devono essere informate sul fatto che il Warfarin comporta un rischio per il feto ( ad esempio, teratogenicità ) e per la madre ( esempio sanguinamento ), mentre un anticoagulante inadeguato può portare a trombosi valvolare acuta e tromboembolia. ( Xagena2012 )

Levine GN et al, Circulation 2012; 125: 1058-1072

Cardio2012



Indietro